Giornata Mondiale della Terra

quadrato-2-1024x1024
le proposte di Legambiente –clicca qui

Nella giornata della terra 2020 l’uomo “non c”e”..confinato com’è nelle sue case, lascia che la natura si riappropri degli spazi, si depuri da ciò che l’uomo impone quotidianamente  con l’arroganza di chi prende senza restituire nulla… sembra che in questa giornata della terra questo nostro mondo ci stia dando ancora una possibilità,  un’occasione per ripartire in modo diverso, un po come ricominciare nuovamente….    “Far ripartire la nostra economia dopo il lockdown provocato dalla pandemia da coronavirus senza tenere conto delle politiche di tutela ambientale, sarebbe infatti estremamente preoccupante, come sarebbe dannoso non considerare le possibilità di riconversione e di sviluppo green”. “Siamo convinti – dice il presidente di Legambiente, Stefano Ciafani – che il ritorno alla normalità dopo l’emergenza debba passare attraverso il cambiamento degli stili di vita e l’adozione urgente di politiche istituzionali e aziendali molto coraggiose sui temi ambientali, anche per scongiurare il pericolo dell’altra crisi che rischia di colpire tutti noi, quella climatica”.                             
Un’occasione, una opportunità per migliorare i nostri impatti sul mondo lasciando un’impronta’ più lieve… una mobilità differente…il lavoro da casa…mezzi meno inquinanti… ma anche cambiando il nostro atteggiamento, quali attori consapevoli ….

……Flash mob virtuale per la Giornata Mondiale della Terra….              condividiamo una foto in cui abbracciamo la Terra!  occasione della giornata mondiale della Terra, mercoledì 22 aprile 2020, Legambiente lancia un flash mob virtuale per tenere alta l’attenzione, anche in questo momento difficile, sulla cura del nostro pianeta.

Possiamo farlo abbracciando un mappamondo, una foto della Terra, o anche un disegno, che possiamo preparare prima coinvolgendo i bambini e il resto della famiglia, o anche creando una piccola scultura o abbracciando una mappa geografica o un atlante….condividete le foto il giorno 22 sui vostri canali social …#Abbracciamola e #EarthDay

 

NO allla tangenziale nel parco…

Non si può che essere solidali con la ferma opposizione ad una proposta tanto assurda che riguarda il territorio del parco, da poco ampliato e arricchito di complessità, risorse e valori ambientali.      Riteniamo che, nel parco Groane-Brughiera, gli interventi non possano che essere finalizzati ad una razionalizzazione dell’esistente con un’attenzione alla fragilità ambientale già messa a dura prova da tutti gli interventi urbanistici, sommati nel tempo, che hanno lentamente consumato i margini e impoverito le aree …                                                                                                                   comunic1comunic2comunic3

Festa dell’Albero alla scuola dell’infanzia Sole, via Rossini, Cantù

IMG-20191206-WA0000La Festa dell’albero è, da anni, una iniziativa che coinvolge la scuola dell’infanzia Sole di Cantù, e tutti gli anni i bambini, dai 3 ai 6 anni, festeggiano con entusiasmo e rinnovata energia i nostri amici frondosi che stanno rendendo sempre più verde questa scuola… alimentando la speranza di una consapevolezza sempre maggiore negli uomini e donne di domani                GRAZIE RAGAZZI!!!!

mercoledì 4 dicembre ore 10.30

Finalmente dopo tanta pioggia e tanti impegni ecco arrivato il giorno della “festa dell’albero”. Con stivaletti o scarponcini bambine, bambini e maestre sono in giardino ma…. “a far che siamo tutti qui?” “Per la festa dell’albero !!!” gridano! Ci siamo raccontati dell’aria pulita, delle foglie che ci regalano l’ombra e che in autunno cambiano colore e quando cadono le usiamo per giocare, dei fiori e dei frutti e ….. “e…..che per avere fogli per disegnare, scrivere, dipingere, produrre libri e giornali e giochi di legno vengono usati i tronchi degli alberi. E allora impariamo a riciclare perchè i cartoni della pizza, della pasta, dei biscotti, i sacchetti del pane…..vanno benissimo per dipingere, colorare e ritagliare.” Ed ora “correre verso gli alberi e abbracciarli, abbracciarli forte forte, tutti ma proprio tutti quelli che abbiamo in giardino. E sono tanti!!!” Poi una foto di gruppo e via tutti a giocare prima di andare a pranzo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ringraziamo i bambini e le bambine che con i sorrisi, gli sguardi  e l’entusiasmo che dimostrano sempre hanno reso speciale questa mattinata. Brave maestre, arrivederci alla festa degli orti e del nontiscordardime e grazie a Bea e Benny per il loro fondamentale contributo nella realizzazione delle opere artistiche.

FESTA dell’ALBERO 2019

1Si è conclusa la Festa dell’Albero nelle scuole primarie di Brenna e di Alzate Brianza. Quest’anno la ‘Festa’ è entrata direttamente nei giardini delle scuole dove sono stati messi a dimora arbusti e alberi forniti da Ersaf; le piccole piante hanno trovato collocazione vicino alle aule dei bambini, per una loro attenta osservazione della crescita e della fioritura della scuola di Alzate e nel giardino della scuola di Brenna, in uno spazio adiacente la rampa di uscita dei bambini. Dopo un incontro con i volontari e la lettura interpretata da Ilona de “L’uomo che piantava gli alberi”, con l’aiuto degli amici dell’associazione “Brenna pulita” e dei nonni sono stati piantati i diversi arbusti e le piante in un’azione concreta portata a termine dai bambini stessi, che manipolando la terra, si sono presi cura della sistemazione delle piccole zolle radicate.
Video, canti, disegni e la grande partecipazione dei bambini pieni di entusiasmo e di voglia di fare hanno dato senso e bellezza all’iniziativa che, come tutti gli anni coinvolge tutto il territorio nazionale, in un gesto condiviso che ha come obiettivo la salvaguardia e la valorizzazione dei nostri territori. Non solo….  Piantare un albero significa contribuire a migliorare il clima, significa operare per un bene comune, il suolo, significa, come per ” L’uomo che piantava gli alberi”, cambiare, con piccole azioni,  le cose…. quest’anno anche l’amministrazione di Alzate ha apprezzato il lavoro svolto dalla scuola e dalla nostra associazione che ormai da anni collabora per diffondere una coscienza, soprattutto nei piccoli, a favore della difesa dell’ambiente

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

FESTA DELL’ALBERO 2019

Quest’anno la Festa dell’Albero, che generalmente coinvolge i bambini delle scuole di Alzate Brianza e di Brenna in stazione, interesserà direttamente le scuole primarie dei due paesi: martedi 19 e giovedì 21 novembre alberi e arbusti troveranno dimora nei giardini delle scuole F.Anzani di Alzate e F. Casati di Brenna. Prima della piantumazione letture a tema, canti e costruzione di “foreste di carta” saranno le attività per ricordare l’importanza degli amici alberi e la necessità di preservare e incentivare il patrimonio verde che abbiamo per garantire una qualità dell’aria e della vita migliore… “Ogni anno a novembre celebriamo gli alberi e il loro indispensabile contributo alla vita. Essi Assorbono anidride carbonica e restituiscono ossigeno, proteggono la biodiversità, hanno un ruolo fondamentale nella prevenzione del dissesto idrogeologico. Insieme ai giovani e giovanissimi studenti delle scuole italiane mettiamo a dimora giovani alberi per riqualificare aree degradate, per fare più belle e verdi nostre città.”

SENTIERO PEDEMONTE: tratta CANTU’-COMO

proseguendo verso Senna Comasco

La stazione di Cantù ha un nuovo cartello informativo; il Sentiero Pedemonte è approdato in città con la nuova cartellonistica realizzata con il finanziamento della Fondazione della Comunità Comasca. Sabato mattina con nostra grande sorpresa, in occasione dell’inaugurazione del cartello collocato nel piazzale della stazione di Cantù, 65 persone si sono presentate all’appello per conoscere questo nuovo tratto del tracciato nel Sentiero Pedemonte. Un percorso da Cantù a Como, lungo 15 km di sentieri, percorribili nonostante l’acqua di questa settimana, attraversando boschi e vaste aree prative fino a raggiungere la città, le sue caserme, l’asilo Sant’Elia e Sant’Abbondio, fino a Como San Giovanni, stazione terminale della linea Como-Lecco, da cui siamo ripartiti per tornare al punto di partenza, Cantù. Una passeggiata voluta in questo giorno della settimana per usufruire del treno per il rientro, poichè la domenica non circolano lungo questa linea e per ribadire la necessità di un potenziamento delle corse di questa valida alternativa all’auto che potrebbe fungere da metropolitana di superficie al servizio di un territorio veramente interessante dal punto di vista turistico. Uno degli obbiettivi del progetto del Sentiero Pedemonte è proprio questo: la valorizzazione della linea ferroviaria incentivando un turismo sostenibile che usufruisca dei mezzi pubblici per la conoscenza e la fruizione del territorio. Ma non solo… il tracciato rappresenta la volontà di ricucire aree di territorio verde, inedificato, dal grande valore ambientale ricco di valenze storiche; un vero e proprio percorso, da segnalare e riconoscere negli strumenti urbanistici, che intercetti elementi monumentali di grande pregio ma anche tutti quegli elementi della cultura materiale che hanno costruito nel tempo il carattere specifico di questo territorio. Dopo la presentazione del progetto all’Amministrazione di Cantù, che ha anche patrocinato l’iniziativa, il gruppo si è mosso compatto lungo il tracciato con una lunga fila colorata di persone che si sono rivelate poi piacevolmente sorprese per la varietà dei paesaggi in cui la storia ha lasciato segni profondi, la bellezza delle viste, la presenza di elementi di valore… Anche questa passeggiata, la terza per conoscere e diffondere questo progetto è stata un successo…Un grazie a tutti coloro che hanno partecipato dando senso a questa idea… un arrivederci alla prossima escursione, questa volta verso Lecco, per continuare a diffondere la consapevolezza della bellezza e del valore di questo territorio.